Wednesday, March 23, 2016

N. 61: V. Monzini

G. it. Ent., 14 (61): 481-486
March 2016

Una nuova specie di Stomis Clairville
dei Colli Berici (Vicenza) e osservazioni su
Stomis rostratus (Sturm in DUFTSCHMID, 1812)
(Coleoptera Carabidae)

di

VITTORINO MONZINI *

* Via Marco Polo 3, I-20098 San Giuliano Milanese MI, ITALY. E-mail: vittorino.monzini@fastwebnet.it

Riassunto - Nel presente lavoro è descritta una nuova specie di Stomis Clairville, 1806 dei Colli Berici in provincia di Vicenza. La nuova specie è ascrivibile al gruppo di S. rostratus per la depressione trasversale sul capo posteriormente agli occhi e per la combinazione peculiare dei caratteri esterni e dell’edeago. Il nuovo taxon è particolarmente affine alla specie rostratus (Sturm in DUFTSCHMID, 1812), per la rada pubescenza dorsale dei tarsi a partire dal secondo articolo e per la particolare forma dell’apice edeagico. Da quest’ultimo si discosta altresì chiaramente per un maggiore allungamento e assottigliamento della lama apicale dell’edeago con un disco terminale più grande, oltre che per alcuni caratteri esterni. L’autore esamina anche numerosi esemplari di S. rostratus rostratus provenienti da Austria e Slovenia, evidenziando le notevoli differenze rispetto alle sottospecie occidentali di Veneto e Lombardia.

Abstract - A new species of Stomis Clairville from Berici Hills (Vicenza) and observations on Stomis rostratus (Sturm in DUFTSCHMID, 1812) (Coleoptera, Carabidae) - The author describes a new species of Stomis Clairville, 1806 from Berici Hills in Vicenza province (NE Italy). The new species can be attributed to the S. rostratus group, for the transverse constriction on the head behind eyes, and the combination of peculiar characters both external and of the aedeagus. The new taxon is particularly close to the species rostratus (Sturm in DUFTSCHMID, 1812), for the sparse dorsal pubescence of tarsi from the second segment on, and for the particular shape of the apex of the median lobe of the aedeagus. It clearly differs from S. rostratus for the more elongate and thinner apical blade of the aedeagus with much larger terminal disk, besides other external features. Moreover, the author examined many specimens of S. rostratus rostratus from Austria and Slovenia, and stresses their differences from the western subspecies from Veneto and Lombardy in Italy.