Wednesday, March 23, 2016

N. 61: P. Magrini & A. Degiovanni

G. it. Ent., 14 (61): 349-358
March 2016

Un nuovo Otiorhynchus (Lixorrhynchus) Reitter, 1914
del Monte Terminillo (Lazio)
(Coleoptera, Curculionoidea)

di

P. MAGRINI * & A. DEGIOVANNI ** 

* Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze, Sezione di Zoologia “La Specola”, Via Romana 17, I-50125 Firenze FI, ITALY. Indirizzo privato: Via Gianfilippo Braccini 7, I-50141 Firenze FI, ITALY. E-mail: duvalius@paolomagrini.it
** Via Andrea Costa 6, I-40027 Bubano di Mordano BO, ITALY. E-mail: gusto.a@libero.it

Riassunto - In questa nota viene descritta una nuova specie appartenente al sottogenere Lixorrhynchus di Otiorhynchus proveniente dalla parte sommitale del Monte Terminillo (Rieti, Lazio): si tratta del quarantaquattresimo taxon noto del sottogenere per Italia e Corsica. La nuova specie laziale, in base ai caratteri morfologici, va confrontata, a nostro avviso, solo con le due specie geograficamente più vicine: O. (L.) sabinus Magrini, Meoli & Abbazzi, 2005 della zona di Moggio (Contigliano, Rieti) e O. (L.) aquilanus (Osella, 1976) di Sella di Corno (L’Aquila). Dal primo risulta ben separabile per la presenza di occhi vestigiali (anziché essere anoftalmo), i metafemori e le metatibie assai più corti e più grossi alla base, il dorso del rostro ampiamente concavo anziché convesso, la pubescenza elitrale più corta, il pronoto più slanciato, molto meno globiforme e con areolatura più serrata. Evidenti le differenze anche rispetto alla seconda specie: capo, rostro e antenne nettamente più allungati, occhi più piccoli, scrobe più strette, pronoto meno globoso e più slanciato, con rapporto PMW/PL di 0,98 contro 1,03, elitre più corte e più appuntite all’apice (rapporto EL/EW di 1,85 contro 1,90), la maggior larghezza delle elitre alla metà, prima della metà in aquilanus. Ancora più evidenti le differenze con le altre specie geograficamente più distanti. Vengono riportate nel testo anche misure aggiornate e integrate dell’olotipo di O. (L.) sabinus.

Abstract - A new Otiorhynchus (Lixorrhynchus) Reitter, 1914 from Mount Terminillo (Latium) (Coleoptera, Curculionoidea) - A new species of the subgenus Lixorrhynchus of Otiorhynchus is described from the top of Mount Terminillo (Italy, Latium, Rieti): it is the 44th taxon of the subgenus known so far from Corsica and Italy. The new species can be morphologically compared just with the two geographically closest species: O. (L.) sabinus Magrini, Meoli & Abbazzi, 2005 from Moggio (Contigliano, Rieti) and O. (L.) aquilanus (Osella, 1976) from Sella di Corno (L’Aquila). It is easily distinguished from the former for its vestigial eyes (instead of being anophthalmous), the metafemora and metatibiae much shorter, and larger at base, the rostrum on dorsum widely concave instead of convex, the shorter elytral pubescence, the slenderer pronotum, much less globe-shaped and with closer fossulae. From the latter for the head, rostrum and antennae much longer, smaller eyes, narrower scrobes, less globe-shaped and slenderer pronotum [PMW/PL ratio = 0.98, instead of 1.03], shorter [EL/EW ratio = 1.85, instead of 1.90]and pointed at tip elytra, the same widest at middle (before middle in aquilanus). More marked the differences from the geographically farther species. Updated measurements for the holotype of O. (L.) sabinus are also reported.